Drago Kos

Drago-Kos

Drago Kos è al momento il Presidente del gruppo di lavoro su Corruzione e Transazioni Commerciali Internazionali presso OCSE, Co-Presidente del MENA-OCSE Business Integrity Network e membro del Defence Corruption Monitoring Committee (NAKO). Tra il 2011 e il 2015 ha ricoperto la carica di Commissario Internazionale e Presidente del Joint Independent Anti-Corruption Monitoring and Evaluation Committee(MEC) in Afghanistan. Tra il 2003 e il 2011 è stato direttore del Council of Europe’s Group of States against Corruption (GRECO).

Dal 2004 al 2010 è stato il primo Presidente della Commissione per la Prevenzione della Corruzione in Slovenia. Precedentemente ha svolto il ruolo di Vicedirettore dello Direzione Investigativa Criminale Slovena e di Direttore della Sezione Crimine Organizzato della Polizia slovena.

Dall’Ottobre 2010 , è manager associato presso R.U.R., LLC, società di consulenza con sede in Slovenia, che si occup di integrità nelle imprese, prevenzione della corruzione, audit finanziario forense, due diligence, antiriciclaggio di denaro, tracciamento e recupero beni.

Maggiori informazioni

J.R. Helmig

JR Helmig ha passato più di 25 anni di carriera occupandosi della risoluzione di problematiche complesse inerenti ai big data, sia per conto di alcune tra le più importanti aziende nel mondo, che per il Dipartimento della Difesa, Sicurezza Interna e Tesoro , e Servizi Segreti del governo degli Stati Uniti. Il suo ruolo intersettoriale consiste nello sviluppare e realizzare la strategia di sicurezza mondiale SAS, conciliando gli ecosistemi tecnologici moderni con i settori pubblico e privato.

Ha ricoperto precedentemente la carica di Chief Analytics Officer della sezione Governo Federale presso SAS.

Helmig è considerato dal governo degli Stati Uniti un esperto di alto profilo, con particolare esperienza nell’analisi di big data ad alta velocità, sviluppo strategico e tecnologico. Durante la sua collaborazione con il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, ha ricoperto il ruolo di Senior Advisor (GS-15) per l’ufficio direttivo del Financial Crimes Enforcement Network (FinCEN), durante il pluriennale processo di rinnovamento dati e tecnologico dell’ente.

Il suo webinar nel Maggio 2014, riguardante l’analisi di dati interistituzionali ha ottenuto il numero di connessioni più alto mai registrato sino allora dalla associazione di esperti certificati in anti-riciclaggio ACAM, contando più di 4.500 partecipanti provenienti da più di 2,000 aziende e 100 diversi paesi.

Maggiori informazioni

Chris Kronow Rasmussen

Chris Kronow Rasmussen si è laureato presso la Copenhagen Business School e attualmente sta frequentando il corso MBA alla Middlesex University . Ha lavorato 10 anni per il giornale danese Politiken, prima di assumere il ruolo di Operations Manager alla lotterie europee e mondiali per Global Lottery Monitoring System (GLMS), dove ha trascorso sette anni investigando riciclaggio di denaro sporco e partite truccate nel mondo dellle scommesse sportive. Chris ha realizzato diversi report per processi penali e per conto di organizzazioni sportive. Attualmente, Chris lavora come consulente.

Matteo Civillini

Matteo Civillini è un giornalista d’inchiesta italiano. Attualmente collabora con IRPI come reporter, e ha lavorato per conto di agenzie internazionali tra le quali Associated Press, Bloomberg e VICE News. La sua area di interesse si focalizza particolarmente sui legami tra crimine organizzato e illeciti finanziari. Ha realizzato una serie di inchieste rigurdanti l’infiltrazione della Mafia Italiana nel gioco d’azzardo online, soprattutto come contributo al Progetto Daphne. I suoi lavori sono stati pubblicati su alcune tra le testate giornalistiche italiane più importanti, come L’Espresso, La Repubblica e Il Fatto Quotidiano.

Maggiori informazioni

Adrian Mogos

Adrian Mogos è un giornalista indipendente, membro del Centro Rumeno di Giornalismo Investigativo (www.crji.org) e del Consorzio Internazionale di Giornalismo Investigativo (www.icij.org). Ha fatto parte del team di giornalisti che hanno lavorato al progetto Offshore Leaks per ICIJ. Per otto anni, ha diretto il Dipartimento Investigativo di Jurnalul, una delle testate giornalistiche nazionali rumene. Ha ricevuto il Balkan Fellowship per l’eccellenza in campo giornalistico ed è stato Milena Jesenská Fellow presso l’Istituto per le Science Umanistiche di Vienna. In merito al suo lavoro in ambito giornalistico, Mogos è stato insignito dei riconoscimenti CEI-SEEMO Award, Kurt Schork Award e dello speciale Global Shining Light Award. Uno dei lavori investigativi da lui coordinato è stato incluso nell’ UNESCO Global Casebook for Investigative Journalism, e un altro ha ricevuto una Menzione Speciale dalla giuria di European Press Prize.

Iana Matei

Iana Matei è una attivista rumena e fondatrice di Reaching Out Romania, un’organizzazione che si occupa del recupero e riabilitazione di vittime di prostituzione forzata. Reaching Out Romania si occupa di fornire un rifugio alle persone che sono state vittime di tratta illegale. Per questo suo operato, il 20 Gennaio del 2010 Matei è stata nominata “Europea dell’Anno” da parte del Reader’s Digest. Dal 1998 , Reaching Out è stata al servizio delle vittime di uno dei più terribili crimini di cui l’umanità sia mai stata testimone: il traffico illegale di esseri umani. Nel corso di questi anni ha soccorso e assistito 470 vittime, soprattutto donne e ragazze rumene, che sono state mercizzate come schiave e sono state vittime di abusi in diversi Paesi Europei. Nel 2009 , il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha proclamato Iana Matei “Hero of the Year” per il suo operato sia nell’ambito del recupero che dell’istruzione di queste vittime.

Alanna M. Lavelle

Alanna M. Lavelle, MS, CPC, ACFE, conduce corsi in Analisi e Indagine delle Frodi Sanitarie e Analisi della Tratta di Essere Umani presso l’Università di New Haven. Si avvale dell’esperienza maturata in oltre 25 anni presso il Federal Bureau of Investigation (FBI), dove ha condotto diversi lavori investigativi e dove si è occupata di casi di traffico illegale di esseri umani in Colombia, Ecuador, e anche negli Stati Uniti. È stata inoltre a capo della Joint Terrorism Task Force ad Atlanta, è una FBI Profiler di alto livello e un’esperta in negoziazione durante situazioni di crisi, ed ha svolto il ruolo di coordinatore in situazioni di crisi in Texas e in Georgia. Durante la sua permanenza nel FBI, e successivamente come consulente presso il Dipartimento di Stato, Ms. Lavelle ha prestato servizio per lungo tempo in Asia e in Africa, istruendo la polizia locale sulle strategie di protezione di obiettivi vulnerabili durante gli attacchi terroristici. Ha testimoniato in numerosi processi penali, anche presso il Congresso degli Stati Uniti.

Ms. Lavelle ha conseguito un Master in Conflict Management , in seguito alla Laurea in International Relations all’Università del Minnesota. Vive con suo marito, Howard e due alani, dividendosi tra Atlanta e la Florida.

Maggiori informazioni